Papà, quando stai con me?

estate 2010 nascita Sofia 084

Casa Dolce, ore 20, il primogenito, Fra, propone: “Papà facciamo qualche cosa!”

“Cosa vuoi fare?”
“Voglio giocare con te, è tutto il giorno che non ti vedo!”
“Lo capisco, ma sono le otto di sera e tu devi lavarti!”
“Uffa… vorrà dire che per stare con te verrò in comunità, così almeno posso stare con te tutto il giorno!”
“Fra, papà ci lavora in comunità… tu non puoi venire, lo sai bene!”
“Sì, ma stai più tempo al lavoro che con me… e io non ti vedo più!”
“Magari adesso possiamo fare qualche cosa mentre tu ti lavi… facciamo che riempi la vasca, ti sdrai nell’acqua calda, ti rilassi e papà gioca con te agli indovinelli. Ci stai?”
“Va bene… però inizi tu a farli”
“Ok. Riempi la vasca che arrivo”

Spesso è veramente complicato trovare il giusto equilibrio tra il fuori e il dentro. Tra il lavoro e la famiglia.
I figli ti richiamano spesso alle responsabilità di genitore, così oltre ad essere stanco, ti senti anche in colpa perché vorresti stare più tempo con loro, ma non ci riesci.

Ma perché? Torno dal lavoro dopo una giornata frenetica, mi sento a pezzi, vorrei tornare a casa e trovare un angolo dove poter riposare le mie membra ormai sfaldate, quasi liofilizzate… ma non posso, e mi vien da dire, non devo.

Non devo, per lo stesso motivo per cui, quando arrivo a tarda sera (di solito le 23), prima di fare qualsiasi altra cosa, mi soffermo sulla porta della camera da letto e guardo mia moglie con i miei figli: dormono. Sofia, la mia piccola di due anni, abbracciata a Francesco e allora penso che la completezza della mia vita sta proprio lì, in loro che dopo una giornata di giochi, liti, corse, cartoni animati, cibo… Si sono addormentati nel lettone aspettando il loro papà… che ora li prenderà in braccio (Francesco a solo sette anni, ma è alto un metro e cinquanta e pesa 45 chili) e si produrrà nella sua ultima fatica della giornata, ma consapevole che parte della sua ragion d’essere sta proprio in quel gesto e in quell’ultimo abbraccio del dì che va ormai a chiudersi.

“Buonanotte amori miei”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...