Scuola primaria: colloqui con gli insegnanti (2)

colloqui-primaria

Oggi per noi è giorno di colloqui, il terzo dall’inizio dell’anno, e sono felice di dire che con gli insegnanti della (ormai non più tanto) nuova classe di Gugo, siamo riusciti a stabilire un buon canale di comunicazione.

Proprio per questo motivo è con il cuore leggero che affronto il colloquio di oggi, non perché Gugo sia diventato un bambino modello rispetto allo scorso anno (leggete qui), ma perché quando incontriamo i suoi insegnanti ci rendiamo conto di parlare la stessa lingua.
Ci rendiamo conto che tutti stiamo collaborando per raggiungere lo stesso obiettivo, ossia aiutare il nostro bambino a crescere e a migliorare laddove ci sono carenze – come la scarsa capacità di concentrazione – che gli impediscono di rendere al meglio nel suo percorso scolastico.

Ripensando a un anno fa, mi sembrano incredibili tutti gli inutili sforzi fatti durante i colloqui con le insegnanti per raggiungere un risultato anche solo lontanamente simile a quello ottenuto in pochissimo tempo con gli insegnanti che abbiamo ora.

Eppure basta così poco per creare un rapporto di fiducia con i genitori, basta davvero poco. Ad esempio consiglierei agli insegnanti di non prendere sempre in modo negativo le richieste di chiarimento dei genitori. Non tutti sono lì pronti a mettere in discussione i  metodi, ma vogliono sinceramente capire quello che accade in classe, soprattutto se si parla di bambini che qualche “problema” lo creano.

Se le vecchie insegnanti rispondevano alle nostre richieste di chiarimento accusandoci di non avere fiducia nei loro metodi (che tra l’altro non ci hanno mai spiegato), gli insegnanti che abbiamo ora ci rispondono chiaramente, senza pensare minimamente che vogliamo metterli in discussione. Durante l’ultimo colloquio, ad esempio, la maestra di italiano, dopo aver chiarito un nostro dubbio ha aggiunto: “E’ giusto chiedere, così voi genitori potete supportare le nostre posizioni e strategie anche a casa!”

Insomma insegnanti e genitori non devono essere nemici, devono piuttosto costituire un fronte unito, solo così potranno accompagnare i bambini in un percorso di crescita sereno e costruttivo.

E voi che ne dite? Anche per voi è periodo di colloqui? E come va la comunicazione con gli insegnanti dei vostri bambini?

Annunci

4 pensieri su “Scuola primaria: colloqui con gli insegnanti (2)

  1. io sono soddisfatta di quasi tutte le insegnanti…loro ci chiedono aiuto in modo che i compiti vengano svolti tranquillamente e supportati dall’adulto in caso di difficoltà che non deve sostituirsi nel fare il compito ma nell’aiutare a comprendere…. comunque anche quest’anno si sta concludendo e comincio a vedere i bimbi molto stanchi…per loro questo primo anno di prima elementare è stato pesante nel senso di abituarsi ad un concetto di studio e lavoro in classe…

  2. Anche noi colloqui.. in realtà per il papà perchè io sono via per lavoro (che bello!)… siamo rimasti senza parole… trasformazione del bambino che non aveva tanta voglia in un alunno borbottone (questo non lo potremo mai cambiare), ma che si impregna e rispetta le regole! Conoscendo l’alunno sono felice, ma ho una domanda che continua a ritornare nella mia mese: “Fino a quando dura questo momento di grazia????”
    – Federica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...